Questa e’ l’ultima intervista rilasciata da Paolo Borsellino (circa 50 giorni) prima della sua uccisione e 48 ore prima della strage che ha coinvolto Giovanni Falcone.

Questa è una piccola parte dell’intervista rilasciata nella sua casa di Palermo dal giudice Paolo Borsellino il 21/5/1992 (due giorni prima della strage di Capaci in cui morì Giovanni Falcone) a Fabrizio Calvì e Jean Pierre Moscardò, due giornalisti francesi che stavano realizzando un documentario sugli affari della mafia in Europa.

Parti di questa intervista sono state proposte in tv il 16 marzo 2001 dalla trasmissione “Il Raggio Verde” di Michele Santoro e da “Terra” settimanale di approfondimento del tg5 il 24 marzo 2001.

 

 

I giornalisti sono francesi e come dice il mitico Marco Travaglio “fanno domande”, soprattutto “scomode” fortunatamente (non come la maggior parte dei giornalisti italiani). Il filmato, chissà per quale motivo (il realtà i motivi sono tanti e preoccupanti), è stato mostrato una sola volta in televisione e per di più di notte. Verso la fine dell’intervista Borsellino parla anche di Berlusconi e i suoi rapporti con Vittorio Mangano e Marcello Dell’Utri (attualmente senatore della Repubblica, non è uno scherzo).

(Da ricordare che Mangano era lo stalliere ben accolto per ben 2 anni nella villa di Berlusconi ad Arcore, si occupava di tutta la sua famiglia).

Vittorio Mangano (profilo tratto da “Terra” del tg5), fatto assumere da Marcello Dell’Utri come fattore (“stalliere”) nella villa di Silvio Berlusconi di Arcore (Milano) ed imprenditore già famoso in Francia per l’avventura dell’emittente televisiva “La Cinq”.


“Occore compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l’essenza della dignità umana.” (Giovanni Falcone)

“La lotta alla mafia dev’essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità.” (Paolo Borsellino)

(fonte http://spartacuslibero.blogspot.com/2007/12/ultima-intervista-borsellino-si-parla.html)