Archivio mensile:aprile 2008

DIALETTO ANCONETANO – COLLECTION PARTE 2

Ragazzi ve l’avevo promesso che avrei postato il “dialetto anconetano” seconda parte. Vedetelo è davvero da non perdere. Mettetevi comodi per 5 minuti ne vale la pena.

ciao,

guana.

Annunci

io sbrego

Raga sono 6 anni che sto qua in ancona…in questa bellissima……mmmm…….mah ….diciamo solo ….città.. ed ancora mi sto accorgendo che non si finisce mai di imparare il dialetto anconetano. Ieri stavano parlando due vecchietti sul pulmann 1/4, ad un certo punto se ne escono con sto “sbrego”….. “sbregano”. Che cosa mai significherà, mi son chiesto. Alla fine mi informo e scopro che si tratta del verbo “rompere”.

Sentite un po’ qua:

Rompere indicativo presente:

Io sbrego

Te sbreghi

Lu’ sbrega

Nialtri sbregamo

Vuialtri sbreghé

Loro sbrega(ne)

ve piage?…a me un bel po’

ciao, guana.

Test anconetano

Ragazzi volete sapere se, dopo molti anni passati in Ancona, siete diventati degli anconetani d.o.c.? Beh, leggete qui sotto e se vi riconoscete in molte di queste affermazioni allora potete affermare che anche voi siete ancunetà co li cojò!!

YOU’RE FROM ANCONA IF….

1- quando senti parlare di ‘Zozzo’ non pensi allo sporco ma alle pastarelle                                                     2- hai un traghetto attraccato a 100m dal teatro più importante della tua città
3- aspetti che passi una Superfast per ‘cavalcare le onde’ a Portonovo
4- per te l’Auchan si chiama Joyland
5- quando nomini archi, piano e tromboni non stai parlando di musica
6- hai sempre pensato che le gru fincantieri rovinano il paesaggio. Peró sono caratteristiche
7- puoi vedere il sole sorgere e tramontare sul mare (unica cittá italiana, isole escluse)
8- quando nomini quattro de spade, tre de bastoni, due de briscola, do de denari non stai giocando a carte
9- ti sei sempre chiesto come mai in una città da 60 anni di sinistra ci siano ancora i fasci littori in bella mostra al municipio (palazzo del popolo!) e al monumento (per antonomasia)
10- a volte qualcuno ti ha ‘consigliato’ di andare ad asciugare gli scogli del passetto
11- segui la squadra di calcio solo prima di una promozione o se sta almeno in serie B
12- capisci dalla parlata che uno non é d´ancona se abita a piú di 15 Km
13- quando sei all´estero ti tocca dire che ‘sta 100 Km sotto rimini’ o ‘ci partono i traghetti per la croazia e la grecia’
14- sai che fine ha fatto ‘el ca’ de Luzi’
15. conosci i significati dietro espressioni come ‘dai da dì’, ‘ciaffo’, ‘piscià dal culo’, ‘rumigà’ ma ti ci vogliono troppe parole dovendoli spiegare
16- vorresti quasi picchiare chi parla seriamente di ‘movida’ anconetana
17- senti parlare da più di 20 anni di come risolvere il problema dei camion a torrette
18- d’estate preferisci affrontare un’odissea tra parcheggi e navette prima di arrivare sugli scomodi ciottoli di portonovo piuttosto che andare in rilasso a palombina
19- ci rimani malissimo quando senti dire ‘A come Asti’ o ‘A come Alghero’
20- ritieni cose normali 400 grotte una di seguito all´altra scavate in riva al mare e friggere gnocchetti di crema dolce
21- sei passato molte volte davanti alle rovine dell’anfiteatro romano ma non hai mai capito che forma avesse
22- senti ancora nominare Q2 e Q3
23- prima del corso pedonalizzato pensavi fosse una cosa da fare e adesso hai cambiato idea
24- ti sei o ti hanno chiesto quali personaggi famosi vengano da Ancona ma non ti è venuto in mente proprio nessuno (e non ditemi Albertini o l’ottusangolo!)
25 – fai serata al lazza dopo avè deciso: stasera niente lazabaretto
26 – te lamenti che non c’è mai niente de fà in sta città, però se esci te diverti comunque
27 – quando passi per l’A14 cominci a sorride minimo 60Km prima, alla sola vista del conero
28 – se te digono che il conero non è un monte, te je rispondi: e grazie al cazzo, te l’hai mai visto un monte che quando c’ha ‘il cappello’ vole di che ariva il tempo brutto?
29 – te sei tuffato almeno na volta dalla vela
30 – se proprio sei sportivo, te sei tuffato pure dalla grotta
31 – hai scalato almeno na volta il quadrato per tornà su a piedi nudi tra scoji e moscioli
32 – c’hai provato almeno una volta a fa l’attraversata ‘ibrida’ passetto – trave, ma anche no, l’importante era magnà i moscioli a fine giornata
33 – hai giogato a bijardì da qualche parte
34 – discori de quant’è bello quel paese o quell’altro, mentre te stai a fa un cocktail al tramonto in riva al mare, e se te pija bè te butti pure in acqua per finì la giornata in bellezza
35 – te gira i cojoni ogni volta che torni su da mezzavalle … ma ogni volta ne è valsa la pena e sai che ce ritornerai la volta dopo

L’italia a picco!!!

Ragazzi oramai è ufficiale, l’Italia è a picco!!!!

Già si sapeva chi avrebbe vinto le elezioni, purtroppo, ma venirlo a sapere in maniera ufficiale fa sempre un altro effetto, fa ancora più male!!

Adesso come adesso fare delle previsioni ottimistiche per ciò che riguarda la politica, l’economia e soprattutto, per quello che mi riguarda più da vicino, il lavoro, risulta alquanto difficile.

Ciò che mi viene da pensare istintivamente è di ritrasferirmi in Spagna, ma aimè credo proprio che per il momento dovrò restare quì in Italia ad affrontare questi duri anni di governo.

E pensare che adesso, a quest’ora, la maggior parte degli italiani staranno festeggiando, non rendendosi nemmeno conto di come sono riusciti a mandare l’italia a picco !!!

vado a dormire,

notte,

guana.

Come si fa a votare uno cosi?

Non è certo una novità il comportamento scorretto del berlusca. Oramai è una barzelletta. Nella trasmissione di Mentana si sono confrontati, prima uno, poi l’altro, i due contendenti la leadership dell’Italia. Era l’ultima occasione per poter parlare agli elettori. Prima è stato il turno di Veltroni, poi quello di Berlusconi.

Mentre Veltroni finito il suo tempo se n’è andato tranquillamente come avrebbe fatto qualsiasi altro cittadino educato, il suo antagonista Berlusconi prima si è fatto riprendere dal bravo Mentana perchè citava dei sondaggi che, come tutti sappiamo non si possono più citare, poi – cosa che ha dato molto fastidio, oltre la sua presenza, ovviamente – alla fine dell’intervista, mentre il giornalista mostrava un cartellone con i simboli elettorali per mostrare come si deve votare per non sbagliare, Berlusconi invece di andarsene è rimasto in studio e ha cercato insistentemente di intervenire anche sulla spiegazione che stava dando Mentana. Mentana ha interrotto la trasmissione zittendolo senza mezzi termini mentre berlusca si era già avvicinato al cartellone insistendo dell’importanza della spiegazione che voleva dare.

C.V.D. berlusca non ha perso l’occasione per fare l’ennesima figura da cafone, maleducato, ignorante, e per niente democratico! A questo non importa un fico secco dei problemi degli italiani, concentrato com’è a farsi i fatti suoi nella maniera più spudorata.
Quanto all’ottima performance è vero: se si intende lo spettacolo pietoso di un vecchietto ridicolo che vuol apparire affascinante con capelli dipinti sulla testa, cerone sul viso per nascondere rughe e lifting mal riusciti, scarpe coi tacchi per sembrare alto, ecc….non si accorge di essere patetico con i suoi sermoni sui comunisti che nascondono solo la totale mancanza di seri argomenti? Sveglia, sono finite queste storie!!!
Svegliamoci tutti, FORZA VELTRONI !!!
Se non altro non è un criminale e avanzo di galera.

ciao,

guana.

Dottorando dopato!!!!

Ragazzi quest’oggi ho letto una notizia sconvolgente che sicuramente interessa a molti dei miei amici dottorandi. Un ricercatore dottorato si dopa più di un bodybuilder, non natural ovviamente (il natural non si dopa affatto vedi BIIO).

Eh proprio vero; il venti per cento dei ricercatori americani ( e pure di Ancona SICURAMENTE) dichiara di prendere farmaci che aumentino la capacità di concentrazione (quelli di ancona non lo diachiarano ma si dopano di sicuro 🙂 ); tra i più usati il metilfenidato e le anfetamine. Lo denuncia un’inchiesta pubblicata sull’ultimo numero della rivista Nature. Anche la scienza, dunque, è dopata? Questa la domanda che provocatoriamente si leva dalle pagine di Nature. Il giornale, per altro, ha anche chiesto ai suoi lettori, la maggior parte dei quali scienziati, di rispondere in forma anonima a tre semplici domande: Avete mai fatto uso di sostanze, anche illegali, per migliorare le vostre performance intellettive? Se sì ritenete abbia funzionato? Potete raccontarci la vostra esperienza? Negli Stati Uniti gli scienziati, soprattutto i più giovani, lavorano sotto pressione e in un sistema molto competitivo; a volte è richiesto uno sforzo sia fisico e intellettivo eccessivo: notti insonni per studiare, giorni interi passati in laboratorio. Chi vuole lavorare al top, vale non solo per gli scienziati, spesso per mantenere le perfomance richieste dal mercato del lavoro si lascia attrarre dall’idea di prendere delle sostanze stimolanti. La questione, per il numero delle persone che coinvolge, è diventata di grosso interesse oltre oceano: già nello scorso inverno era trapelata al notizia che il National Institute of Health stesse pianificando di proporre un disegno di legge che prevedesse misure più restrittive per l’acquisto di queste sostanze.

Fonte: Madrogal A. 20 percenti of scientist admit using brain-enhancing drugs. Do you? Wired news. 2008; 10 aprile

Concludendo posso dire ragazzi non rovinatevi la salute facendo il dottorato di ricerca….fate il natural bodybuilding piuttosto ne guadagnerete in salute :)……scherzo èèè

ciao guana.