La chiesa odia i gay.

Chiesa, vaticano….., oramai non mi stupisco più di niente. Qualche giorno fa la Francia ha presentato all’ONU un documento contenente la proposta di depenalizzare l’omosessualità.

Sappiamo che l’omosessualità, aimè, al giorno d’oggi, è considerato, in moltissimi paesi del mondo, un reato grave e come tale viene punito con la pena di morte o con l’ergastolo addirittura. Con la proposta dello stato francese all’ONU il vaticano come non poteva dire la sua? Come poteva esimersi dall’intromettersi e ficcare il naso come ha sempre fatto nel corso della storia?

In parole povere la chiesa chiede all’ONU di lasciare che continuino le torture e le condanne a morte che molti paesi infliggono alle persone omosessuali. Mons. Celestino Migliore, osservatore del Vaticano all’ONU, si e’ dichiarato contrario alla depenalizzazione universale dell’omosessualità perchè questo secondo lui discriminerebbe gli stati che non riconoscono le unioni tra persone dello stesso sesso.

Ecco come  accennavo prima, oramai non mi meraviglio piu di nulla per tutto ciò che riguarda le cavolate che continua a sparare la chiesa, ma leggendo questa notizia veramente mi sono soffermato a pensare un secondo, incredulo davvero difronte a tanta chiusura mentale. Il NO del Vaticano alla depenalizzazione dei comportamenti omosessuali è contro lo spirito di accoglienza e di carità di cui parla il Vangelo di Gesù.

Per chi come me possedesse un blog, invito ad aderire all’iniziativa contro la chiesa e il papa lanciata da un blogger:

condannapapablulx91ciao,

guana.