convitto-montanifacebook

Ragazzi, spesso mi capita di criticare Facebook per il fatto che il tempo speso appresso a foto, video,  e cavolate varie serva solo a perdere tempo, farsi i cavoli degli altri…insomma cazzeggiare alla grande!! Beh che dire, io critico tanto ma alla fine devo ammettere che quei 15 minuti ogni tanto ce li passo pure io.

Eh si…Avete presente ??…vi arriva un’email di un tizio il cui cognome vi suona vagamente: “ma porca miseria eppure mi dice qualcosa quel nome ! ” …andate ad aprire l’email … Facebook . Guardate le foto e vi si apre d’improvviso un mondo passato sepolto nei meandri del vostro cervello. Un compagno delle scuole superiori!! D’un lampo ritornate indietro nel tempo, vecchi ricordi ritornano a galla cosi facilmente che vi sembra veramente di rivivere i bei tempi passati.

Ecco appunto; tempo fa ricevetti un email di qualcuno che mi aveva aggregato tra i suoi amici. Vado a vedere ed era il mio amico Bernardo del Convitto Montani di Fermo. Oddio il Convitto Montani su Facebook!

Sono stato in convitto per tutto il periodo delle superiori nel lontano, lontanissimo 1997 – 2001. Quanto tempo è passato! Un’esperienza che veramente mi porterò dietro per sempre. Apparte la scuola, l’ITIS Montani, che  mi ha dato molto dal punto di vista didattico, il convitto invece mi ha fatto crescere per quello che riguarda la persona e il rapporto con gli altri. Poi apparte tutto come dimenticare le interminabili sfide a ping pong con il censore Tintinelli, le partite a calcetto, i “films” al teatrino il finesettimana,  Pasquale che in portineria, incazzato nero, continuava a ripetere, almeno per una decina di volte al megafono: “Regno al telefono ai quinti, al telefonoooo  !!!!” e nessuno rispondeva; Bussolotto che alle 7 in punto di mattina ripeteva come un disco rotto: “CAFONIIII …..SVELGLIAAAAA..daiiiiii ” e nessuno si alzava se non prima delle 7,45. I gavettoni che iniziavano già in aprile; qualcuno (non faccio nomi🙂 ) che si divertiva a svuotare gli estintori nei corridoi…

Ehhh quanti ricordi. Mi si stringe il cuore a ripensarci. Ci sarebbe da dedicare un blog intero al convitto e a tutto quello che succedeva. Per il momento sono contento di essermi iscritto su Facebook al gruppo del convitto dove ho ritrovato la maggior parte dei miei vecchi amici. Spero che presto ci si possa ritrovare magari in quel di Fermo davanti ad una pizzae una birra a ricordare le cavolate fatte insieme.

Per chi fosse interessato al link del gruppo questo è il link:

http://www.new.facebook.com/home.php#/group.php?gid=44766529872&ref=ts

Un saluto a tutti gli ex-convittori ed ai censori

ciao,

guana.