Si sa, colui che viene definito, oggi in Italia, “il nostro premier”, è famoso per le sue fantasie e le sparate da claon patetico. Mentre tutti gli altri governanti del mondo affrontano e cercano di risolvere questa crisi economica; colui che qui in Italia dovrebbe essere il più trasparente possibile, inquadrare realmente la  situazione  e rimboccarsi le maniche, cosa fa?Alla domanda: “Che ci dice sulla crisi?”. Lui risponde: “La crisi è solo un fattore psicologico degli italiani”.

Bene. Questa mattina l’ISTAT ha aggiornato alcuni dati: Il Prodotto Interno Lordo dell’Italia è calato nei primi tre mesi dell’anno del 5,9% rispetto allo stesso trimestre del 2008. E’ il dato peggiore dal 1980.

Avoglia a dire che l’Italia sta messa meglio degli altri paesi. Ragazzi la vogliamo finire di ascoltare le gastronerie che ci racconta la televisione e certi telegiornali che conosciamo molto bene? In rapporto agli altri paesi, la verità è che, in termini tendenziali, il Prodotto è calato del 4,1 % nel Regno Unito e del 2,6 per cento negli Stati Uniti, contro il 5,9% dell’Italia. Ma vi rendete conto? E il nostro sarebbe un problema psicologico!

La crisi non è affatto superata, ci troviamo nel bel mezzo del problema e nella peggior maniera possibile. La cosa peggiore è che siamo governati da questo sistema di potere corrotto e temo che noi comuni cittadini, per adesso, non possiamo farci nulla.

La sinistra non è più come una volta. Aimè i veri Comunisti sono spariti. Mancano figure di spicco che sappiano fare opposizione come si deve e che ci credano. Per questo, in questo periodo così difficile, l’unico gruppo politico che mi ispira fiducia è l’Italia dei Valori che almeno fa Politica e sa opporsi a testa alta contro il governo. Facendo riferimento alla serietà dei componenti dell’italia dei valori, basterebbe soltanto leggere i curriculum dei candidati alle elezioni europee. Bene, troviamo: filosofi, magistrati, insegnanti, operai  (che comunque possano dare un contributo con la loro esperienza) tutta gente che comunque ha alle spalle esperienza in vari settori e può dare un contribulto affidabile e valido alla politica. E’ la lista del Popolo delle Libertà? ne vogliamo parlare? Troviamo gente del mondo dello spettacolo, pseudo-attori, veline, ragazzette che hanno esperienza in tutto.. meno che nel fare politica. Valori come la serietà, l’affidabilità, la cultura, l’onestà, indispensabili per chi fa politica, oramai sono offuscati da quello che è l”apparire e il successo.

ciao,

guana.