Archivi tag: blog

Berlusconi, la statuetta e il coro dei servi

Berlusconi, la statuetta, le “brigate rosse” e il coro dei servi

Ed eccoci di nuovo. Sì è vero,  ho fatto un po’ di pausa col blog,  ma credetemi, per buoni motivi. Insomma ne sono accaduti di fatti, soprattutto in politica e direi anche alquanto sconvolgenti. Che è successo in quest’ultima settimana insomma? Ma come non lo sapete? Non la guardate la televisione? La Televisione. Non seguite assiduamente ogni santa sera il talk show  ufficiale  “di stato” Porta a Porta ? Si sà dai: L’attentato al nostro presidente del consiglio. La sinistra che incita alla violenza, insomma tutti coinvolti: Santoro, Travaglio, Di Pietro.Tutti scatenati. Tutti i comunisti, affamati di bambini, contro quel pover’uomo che tanto fa ed ha fatto per il nostro paese. Eh sì, ha fatto tanto, bisogna proprio ammetterlo. E per non parlare dei blog e FB. La nuova “arma di distruzione di massa”. Le nuove brigate rosse.

Quindi dicevo, non la guardate la televisione? Bene allora non fate bene, di più ! C’è poco da dire, oramai è tanto chiaro, quella scatola nelle nostre case, chiamata tv, è buona solo per fare da soprammobile od occupare spazio inutile. Se l’accendi, appare subito il coro dei servi tutti insieme appassionatamente. Un coro dagli occhi bendati che ha un solo obiettivo: azzerare l’esame dei fatti, cantare il sacrificio dell’amato leader. Il gesto violento di un folle isolato è il pretesto per vendicarsi contro gli uomini liberi, per pretenderne il silenzio.  Che schifo l’italia.

Ci tappano la bocca. Stanno tentando di fare proprio questo.Vogliono mettere le mani addirittura nei blog, “luogo virtuale dove si istiga alla violenza” a detta loro. Il Ministro dell’interno Maroni (che tanto ce li ha rotti) ha dichiarato a Matrix: “c’è gente che scrive : Sono felice che abbiano spaccato la faccia a Berlusconi”. Bene per queste e per altre dichiarazioni simili presenti in rete vogliono filtrare e quindi censurare anche internet. Questo a parer mio è molto grave. Ma come, in Italia non esisteva la libertà di opinione? Un cittadino, come quello che ha scritto la dichiarazione di prima, non può essere libero di essere “felice” perchè hanno spaccato la faccia a Berlusconi…? Questa non è istigazione alla violenza, attenzione! Questa è semplicemente una dichiarazione che dimostra la libertà di opinione in un paese democratico. Non c’è niente di più semplice. Ma avete mai visto per caso quei programmi di mediaset e ultimamente anche della rai?  Sì, quei talk show dove ci si insulta pesantemente ci si mena addirittura; teatrino squallido di violenza gratuita. Quei programmi dove spesso fa capolino Vittorio Sgarbi sempre incazzato nero; quel santo di psicologo dai capelli bianchi e con la croce in petto, Meluzzi che tanto se la prende con chi toglie la croce e incita al buoncostume rivolgendosi ai trans? Ragazzi, ragioniamo bene;  non sarebbe da censurare sicuramente quel tipo di violenza cosi esplicita in televisione anziché il commento di uno sconosciuto che dichiara di essere felice?

Ecco cosa sta diventando oggi la “politica” (se si può parlare ancora di politica). Già lo sapete benissimo ma guardate il video per rifrescarvi la mamoria:

ciao,

guana.

Annunci

Rete Libera – Io Me e Guana consiglia.no

Quest’oggi vi porpongo un breve elenco di link a siti e blog presenti in rete. Facendo riferimento al dibattito politico emerso oramai da diverso tempo che riguarda il fatto di limitare e quindi bloccare la rete e di conseguenza la libera informazione, considero più che necessario, grazie anche al mio misero spazio virtuale, contrastare questa, a parer mio ingiusta, volontà del governo. Probabilmente se dovesse passare tale legge alcuni dei blog sottostanti, aventi un contenuto informativo realista ed oggettivo che si discosta di moltissimo dai tg nazionali della tv, sarebbero oscurati.
Questi i link. Buona lettura:

byoblu – blog di Claudio Messora
Pietro Ricca – blog
Fisicamente.net
Antonino Monteleone – blog
Uaar: unione,atei,agnostici,razionalisti
ITALIANIMBECILLI
Carlo Vulpio – blog
Beppegrillo – blog
Antonio Di Pietro – blog
canale Youtube – canale TAOAGI
Il Fatto – L’Antefatto – il blog

ciao,
guana.

Giù le zampe da internet !

L’attacco finale alla democrazia è iniziato! Berlusconi e i suoi sferrano il colpo definitivo alla libertà della rete internet permetterla sotto controllo. Ieri nel voto finale al Senato che ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (disegno di legge 733), tra gli altri provvedimenti scellerati come l’obbligo di denuncia per i medici dei pazienti che sono immigrati clandestini e la schedatura dei senta tetto, con un emendamento del senatore Gianpiero D’ Alia (UDC), è stato introdotto l’articolo 50-bis, “Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet”. Il testo la prossima settimana approderà alla Camera. E nel testo approdato alla Camera l’articolo è diventato il nr. 60. Anche se il senatore Gianpiero D’Alia (UDC) non fa parte della maggioranza al Governo, questo la dice lunga sulla trasversalità del disegno liberticida della “Casta” che non vuole scollarsi dal potere. In pratica se un qualunque cittadino che magari scrive un blog dovesse invitare a disobbedire a una legge che ritiene ingiusta, i provider dovranno bloccarlo. Questo provvedimento può obbligare i provider a oscurare un sito ovunque si trovi, anche se all’estero. Il Ministro dell’interno, in seguito a comunicazione dell’autorità giudiziaria, può disporre con proprio decreto l’interruzione della attività del blogger, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine. L’attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro il termine di 24 ore. La violazione di tale obbligo comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000 a euro 250.000 per i provider e il carcere per i blogger da 1 a 5 anni per l’istigazione a delinquere e per l’ apologia di reato, da 6 mesi a 5 anni per l’istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all’odio fra le classi sociali. Immaginate come potrebbero essere ripuliti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta con questa legge? Si stanno dotando delle armi per bloccare in Italia Facebook, Youtube, il blog di Beppe Grillo e tutta l’informazione libera che viaggia in rete e che nel nostro Paese è ormai l’unica fonte informativa non censurata. Vi ricordo che il nostro è l’unico Paese al mondo, dove una media company, Mediaset, ha chiesto 500 milioni di risarcimento a YouTube. Vi rendete conto? Quindi il Governo interviene per l’ennesima volta, in una materia che vede un’impresa del presidente del Consiglio in conflitto giudiziario e d’interessi. Dopo la proposta di legge Cassinelli e l’istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra poco meno di 60 giorni dovrà presentare al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al “pacchetto sicurezza” di fatto rende esplicito il progetto del Governo di “normalizzare” il fenomeno che intorno ad internet sta facendo crescere un sistema di relazioni e informazioni sempre più capillari che non si riesce a dominare. Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet? Chi non può farlo pensa bene di censurarlo e di far diventare l’Italia come la Cina e la Birmania. Oggi gli unici media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati Beppe Grillo dalle colonne del suo blog e la rivista specializzata Punto Informatico.

Ciao,

Guana.

Io me e Guana Internazionale

Giappone, Taiwan, Indonesia, Australia, Brasile, Argentina, Perù, Stati Uniti, Messico, California, Canada, Venezuela, Colombia, Polonia, Germania, Olanda, Francia, Spagna, Inghilterra.

Da qualche giorno ho installato un’applicazione nel mio blog ( http://whos.amung.us ) che mi permette di controllare esattamente, in tempo reale,  chi sta leggendo il mio sito e soprattutto da dove si connette. Davvero interessante! Vado a vedere la cartina e mi accorgo che il  blog davvero è visitato ogni giorno da qualsiasi parte del mondo. Ok, sono daccordo con voi; direte “va beh si connettono due secondi, leggono qualche stronzata, poi chiudono la pagina per sempre”. Va beh per il momento sono soddisfatto anche di questo visto che comunque non è  dedico molto tempo a scrivere  post, considerando anche che mediamente ricevo circa 250-300 visite al giorno.Un buon passo avanti.

Nell’immagine che segue sono idicati con la stella rossa i punti esatti dove qualcuno ha visitato almeno una pagina di questo blogghetto. Davvero “mondiale” la cosa. 🙂

linux“io me e guana” the best in the world !!

see you,

guana.

Quelli che…MSN & Facebook

tutti quelli che stanno sempre su messenger o su facebook chattando con gli amici

– quelli che perdono una marea di tempo non andando a concludere niente

-quelli che non pensano al futuro ma pensano alla foto da mettere sul profilo

-quelli che cominciano con: “come stai? bene bene, tu? che hai fatto ieri?”

-quelli che perdono una notte di sonno per scrivere ad una persona che è dall’altra parte del mondo e che probabilmente non vedranno mai

-quelli che non possono vivere senza le emoticon

-quelli che guardano le foto degli amici degli amici per vedere se li conoscono

-quelli che “ce l’hai feisbuc?”

-quelli che quando fanno una cosa già stanno pensando di fare la foto per pubblicarla

-quelli che ormai pensano alla terza persona ovvero per stati…

-quelli che sognano di fare gruppi da 100.000 persone ed invitarli ad una festa a casa del loro nemico

-quelli che quando cade la connessione è come se gli è finita la dose

-quelli che mentre viaggiano in pullman pensano ai nomi e cognomi (che non vengono mai in mente) di qualcuno conosciuto nel corso della vita per cercarli su facebook

-quelli che ricominciano con l’elenco dei nomi e cognomi per vedere se nel frattempo si sono iscritti

-quelli che “si do solo una sbirciatina, tanto rimango invisibile” e poi stanno 3 ore a scrivere sulle bacheche

-quelli che non solo facebook e messenger, ma anche badoo, myspace, hi5, linkedIn…

-quelli che la vecchia agenda di carta la spulciano solo per vedere se qualcuno sta su fb

-quelli che usano facebooK per controllare le mosse dei/delle propri/e ragazzi/e, ex, amici e che sono sempre pronti a farsi gli affari degli altri..

-quelli che oggi non accedo nemmeno una volta, seeeeeee

-quelli che se mi pubblicano con un altro tag mi cancello

-quelli che si cancellano il profilo ed il giorno dopo lo ricreano

-quelli che se non ti chiedono più il numero ma direttamente la mail

-quelli che “ma chi cazzo è questo qua?” e poi lo aggiungono lo stesso

-quelli che 😉 >:-E :-* %-) :-& :-)) 😦 😉 non sono solo parentesi e punti

-quelli che oramai fanno gli auguri di compleanno a tutti i loro i amici…che hanno feisbuk

-quelli che vaffanculo che costa 500 euro mi compro l’aifon così posso connettermi anche dal bar

quelli che la sera nei locali cercano di individuare gli sconosciuti amici di facebook visti solo in foto e poi commentano “questo è xxx di facebook!!”

-quelli sono diventati super esperti ad iconizzare tutte le schede aperte quando si appropinqua il capo… per poi riaprirle

-quelli che si ritrovano perfettamente in queste descrizioni e pensano:”si, ma io un pò di più degli altri..”

-quelli che il collega vicino li odia perchè li vede sempre a cazzeggiare e lui no… o forse si… ce l’ha pure lui facebook, ma non lo aggiungo

-quelli che chattano col collega che sta nella scrivania di fronte

-quelli che…”è un vizio di famiglia, persino mio padre si è iscritto, aiutoooooo!!!!”

-quelli che …dai dieci minuti..controllo chi c’è in linea e poi mi metto a studiare…e passano le ore..

-quelli che si iscrivono a facebook “solo per tenersi in contatto con i pochi amici stranieri” e poi finiscono col chattare in dialetto con i propri compaesani

-quelli che con la scusa di tenersi in contatto con gli amici lontani sono perennemente collegati!!

-quelli che se non esistessero msn facebook e tutto il resto …..avrebbero già 5 lauree

-quelli che chattano tra un file in excel e l’altro cercando di non fare troppo rumore con i tasti per non essere sentiti dal capo

quelli che, chattando su facebook o msn, sognano di parlare con la donna/uomo della loro vita e poi…

-quelli che leggendo queste righe non sanno se 🙂 o 😦

-quelli che…

ciao,

guana.

Ricerche su google

Vi propongo in questo post quello che la gente cerca su internet tramite google e come per magia approda al mio blog. Questo ovviamente mi riempie di orgoglio ma volte anche di sconcerto -|

alcune ricerche passate: ( tra parentesi ho aggiunto il mio commento )

-come diventare grosso grosso        (eh bella domanda !! )

-espressione regolare togliere a capo

-crescita senza allenarsi biio           ( la gente sta esaurita completa)

-immagini di persone bombati

-trova zozzo ancona

-ancunitano

-stipendio medio albanese

-blog delle tette

– test se sono comunista            (e che ci vuole un test ???? )

-doping bibitoni

-blog+tette+foto

-aumentare tantissimo le visite al blog           (scrivere il più possibile stronzate )

-uomini body building

-foto genitali bellissimi             ( ah ..però, andiamo sul raffinato )

-sono una ragazza pugliese             (google voleva proprio saperlo !!! )

ps. nella pagina “CERCA-TROVA” (i link in alto) di questo blog, aggiornerò periodicamente le ricerche piu simpatiche e sconcertanti 😐

ciao,

guana.

Porta a porta…la punta di un Iceberg di ignoranza.

” E’ una tragedia……il blog è una tragedia !!!! “

Bruno Vespa sceglie di nascondersi dietro la paradossale scusa di “non conoscere l’argomento” e facendo invece parlare i telegenici inesperti di turno (tra cui Alessandro Meluzzi, psicologo e deputato di Forza Italia, quindi sicuramente “raccomandabile”). Certo, è strano che un bravo e famoso giornalista non conosca l’argomento trattato nella trasmissione da lui curata, ma ovviamente è solo una improbabile liberatoria. È comico però come si spacci dell’ignoranza riparandosi con lo scudo dell’ignoranza.Uno che le ha sfracellate a tutti gli italiani con il feticistico necrofilo morboso modellino tridimensionale dell’omicidio di Cogne, che sfiora continuamente le più alte vette del giornalismo concordato con il politico di turno in modo da evitare qualsiasi imbarazzo a pregiudicati e mafiosi, pur di continuare a stare in TV, uno che aspira a passare alla storia dell’intrattenimento facilone per cose del genere:

bruno_vespa.jpg

“…mi meraviglio di come ci si possa esporre in pubblico in maniera così abituale” (cit Bruno Vespa)

Beh secondo costui l’atto di confrontarsi ed esprimersi liberamente sui propri spazi in Internet, senza dover pagare un canone per sorbirsi passivamente le altrui puttanate, rappresenterebbe – in maniera del tutto automatica e arbitraria – l’anticamera di gravi distorsioni sociali, prostituzione, violenze e consumo di droga…

Beh, ero restio a fare ulteriore pubblicità a questa idiozia, ma come vedete ho ceduto, solo perché so che in molti avete un blog col quale semplicemente vi esprimete in libertà, senza necessariamente esaltare prostituzione, satanismo o accoltellamenti vari, e anzi spesso dando voce ad una vera incontrollabile coscienza e conoscenza collettiva. Da questo punto di vista, proprio quel tipo di studio televisivo è la punta di un colossale Iceberg di morbosa ignoranza.

Articoli correlati: Articolo sul Governo

Scudo Fiscale

Il Fatto Quotidiano

ciao,

guana.